Le posso chiedere di presentarsi e parlarci del suo ruolo in BNP Paribas Asset Management (BNPP AM)?

Sono approdata in BNPP AM nel 2016 e sono responsabile del team Quantitative and Index. Il nostro team comprende più di 45 professionisti con sede a Parigi, Monaco e Milano, specializzati in diverse aree di competenza (gestione del portafoglio, strutturazione, vendite e marketing). Offriamo un'ampia gamma di soluzioni di accesso al mercato (ETF1 /fondi/mandati di indice) e soluzioni beta intelligenti (strategie singole e multifattore) che coprono varie classi di attivo.



Quanto è predominante oggi la sostenibilità nel nostro settore?

Abbiamo integrato
un meccanismo
che ci consente di
ridurre del 50%
l'impronta carbonio
dei nostri portafogli

Quando sono entrata in BNPP AM si rilevava una crescente propensione verso la sostenibilità da parte dei nostri clienti. Sono state introdotte nuove normative che hanno portato maggiore sostenibilità nei nostri portafogli, ma anche in quelli dei nostri clienti. Eravamo ben posizionati per affrontare questa trasformazione: BNPP AM ha sviluppato il primo ETF a basse emissioni di carbonio nel 2008, per offrire un prodotto che ha permesso ai nostri clienti di decarbonizzare o ridurre al minimo l'impronta di carbonio dei loro portafogli. Questo ETF pionieristico non ha fatto che rafforzarsi, raggiungendo 8442 milioni di euro in termini di AUM3. Mi sono progressivamente resa conto che questo passo verso l'implementazione dei criteri ambientali, sociali e di governance (ESG=Environment, Social and Governance) sarebbe stato un viaggio a senso unico, per noi e per i nostri clienti. In BNPP AM, volevamo guidare il cambiamento, in termini di pensiero futuro, della nostra posizione, della nostra offerta di prodotti. Integriamo i criteri ESG nei nostri portafogli, riducendo al contempo la loro impronta di carbonio, puntando a un migliore punteggio ESG. Ad esempio, sul fronte della strategia Quant, abbiamo adottato un approccio analogo per le nostre strategie obbligazionarie e azionarie. Abbiamo integrato un meccanismo nella costruzione del nostro portafoglio che ci consente di ridurre del 50% l'impronta di carbonio dei nostri portafogli rispetto al loro universo d'investimento e di escludere il 20% delle società con i punteggi ESG peggiori. Dal 2019, in collaborazione con il nostro Sustainability Centre4 e con fornitori esterni di indici ESG specializzati, abbiamo lanciato una gamma di ETF ESG tematici innovativi, incentrati sull'economia circolare e sull'economia blu, e presto si aggiungeranno altri temi. Attraverso lo sviluppo di questi prodotti, e ovviamente attraverso il lavoro quotidiano svolto con i nostri clienti, contribuiamo a creare consapevolezza su questi nuovi temi, che sono molto importanti dal punto di vista ambientale e del rischio climatico.

Abbiamo integrato un meccanismo che ci consente di
ridurre del 50% l'impronta carbonio dei nostri portafogli

L'intervista

Come si generano rendimenti sostenibili a lungo termine dagli investimenti per i nostri clienti per farli diventare "investitori sostenibili per un mondo che cambia"?

Siamo sempre
più consapevoli
dell'impatto che le
emissioni di carbonio
e l'inquinamento
hanno sulla nostra
vita quotidiana

Lavoro in questo settore da più di 25 anni e per molto tempo sentivo i clienti dire: "non investo in ESG perché continuano a sottoperformare il mercato". Poi i clienti si sono resi conto che non prendendo in considerazione i criteri extra finanziari nella selezione di titoli, si aggiunge rischio nel portafoglio ed è probabile che si aggiunga anche volatilità. La valutazione delle società quotate potrebbe diminuire in modo molto drastico, a causa di controversie, del fatto che, con l’evoluzione della normativa, i responsabili della politica sono più propensi a sanzionare le società che non rispettano i criteri ambientali, e così via… In quanto investitori, si desidera investire in quelle società che a un certo punto correranno il rischio di perdere tanto perché non hanno pensato all'aspetto ambientale nella loro gestione quotidiana? Perciò, l'obiettivo è quello di dimostrare ai nostri clienti che aggiungendo i fattori ESG nella costruzione del loro portafoglio non saranno penalizzati in termini di rendimenti e al contempo sensibilizzarli su questi temi specifici. Questo perché siamo sempre più consapevoli dell'impatto che le emissioni di carbonio e l'inquinamento hanno sulla nostra vita quotidiana. Come genitore, voglio contribuire a costruire un mondo migliore per i nostri figli, e sono convinta che sia fondamentale proporre e investire in società best in class e che stanno effettivamente ponendo i fattori ESG e ambientali al centro del loro processo decisionale.

Siamo sempre più consapevoli
dell'impatto che le emissioni di carbonio e l'inquinamento hanno sulla nostra vita quotidiana

In che modo influisce sul suo lavoro di gestore patrimoniale il fatto di essere parte di un grande gruppo bancario impegnato su questi temi?

500 milioni di euro
raccolti nel nostro
fondo per il clima
avrebbero un impatto
TALE SULL’IMPRONTA
CARBONIO CHE
COMPENSEREBBE 30.000
AUTO DIESEL IN FUNZIONE
PER UN ANNO

Siamo inseriti in un contesto di impegno complessivo da parte del Gruppo BNP Paribas e dei suoi clienti. Lavoriamo insieme su una serie di argomenti chiave, come nuovi temi o indici di investimento. Abbiamo sviluppato una gamma completa di soluzioni innovative, in collaborazione con BNP Paribas CIB, e abbiamo recentemente lanciato un fondo europeo per il clima che include un meccanismo per compensare l'impronta di carbonio del fondo. E ha un impatto significativo. Per esempio, 500 milioni di euro raccolti nel nostro fondo per il clima avrebbero un impatto tale sull’impronta carbonio che compenserebbe 30.000 auto diesel in funzione per un anno.
È rassicurante vedere questo allineamento tra tutte le entità del Gruppo BNP Paribas. Per i nostri clienti comuni offre credibilità anche relativamente a ciò che facciamo in BNPP AM, perché ogni iniziativa intrapresa dal Gruppo ha un impatto positivo su tutti noi.

500 milioni di euro raccolti nel nostro fondo per il clima
AVREBBERO UN IMPATTO TALE SULL’IMPRONTA CARBONIO CHE COMPENSEREBBE 30.000 AUTO DIESEL IN FUNZIONE PER UN ANNO

Qual è la specificità di BNPP AM?

Mi sembra che sia stato fatto molto a livello societario, come la nostra nuova strategia o la creazione del Sustainability Centre. Ma il centro di tutto è il nostro Gruppo che sta guidando questo cambiamento con un impegno molto forte nei confronti dei suoi dipendenti. Persone di talento, esperte nel proprio campo, che portano aspirazione e motivazione intorno a loro, spronando gli altri ad approfondire il tema della sostenibilità, dell'impatto che potremmo avere in quanto gestori patrimoniali, verso la creazione di un mondo migliore. I nostri Campioni ESG incarnano questa idea perché vengono sempre presentate nuove idee e coinvolgono tutti nel processo ESG. Tutto ciò è molto stimolante professionalmente, ma anche personalmente.

Al centro di tutto ci sono nostri
dipendenti, sono la forza motrice
del cambiamento nella sostenibilità

1 Exchange Traded Funds
2 Al 31 dicembre 2020
3 AUM: Asset Under Management
4 Nel 2017 abbiamo creato il Sustainability Center, che ora è un gruppo di esperti multidisciplinari di 25 persone, che fornisce ai team di investimento ricerche, analisi e dati sulla sostenibilità. Il Sustainability Center supporta anche i team nello sviluppo di prodotti a tema sostenibilità e nella piena integrazione dei rischi e delle opportunità legati alla sostenibilità nelle strategie di investimento.

Tutti gli
esperti